Arrestata con l’accusa di Lesbismo. Ora è in carcere, ma lei ha 8 anni

Ci sono due cose che vanno spesso di pari passo e sono il razzismo e la religione che collimano sempre in presenza di persone stupide, prive di intelligenza, incapaci di produrre un’analisi. Non è un caso che nelle file dei razzisti e di chi odia gli omosessuali, più del 60% ha un’istruzione insufficiente e la quasi totalità dei componenti occupano strati sociali molto bassi. Odiare qualcuno, o più di uno per sentirsi migliori, in fondo è questo il problema.

Tanto più si scende nella povertà, tanto più il problema di odiare qualcosa e qualcuno è fortemente presente.

E così  in Uganda, paese che è vittima dell’isterismo religioso Antigay grazie all’insediamento del presidente “A VITA” Musevini, che per distogliere l’attenzione della popolazione dai guai economici e la corruzione, non ha trovato niente di meglio che nascondersi verso la necessità di una purificazione spirituale e “cancellare” la diversità.

Insomma un misto tra nazismo ed inquisizione, e in effetti vanno forte le destre e la chiesa in quella regione.

…e così una bambina di 8 anni è stata messa sotto accusa ed imprigionata dalle autorità ugandesi, perchè un adulto preouccupato, avrebbe visto la bambina cercare di convertirne altre al lesbismo (fonte:The Monitor ), ma non finisce qui. Le forze dell’ordine stanno ancora investigando per trovare l’adulto che ha contagiato la bambina con l’omosessualità, in quanto è molto forte la leggenda in cui in Uganda gli omosessuali possano contagiare i bambini.

E qui intanto c’è gente che vota Salvini…..

Non dimenticare di iscriverti a RETE GAY

Clicca qui registrarti

Lily Allen – Fuck You

Random Posts