Il Monocle: Il primo locale europeo Gay Friendly negli anni 20 e 30

L’omosessualità non è mai stata un problema per nessuna cultura evoluta, ma lo è diventata quando si è data voce alle parti più represse della popolazione che scagliano strali e ingiure contro tutto ciò che non comprendono, dando a questi la colpa del loro insuccesso.

Negli ambienti ricchi, aristocratici l’omosessualità infatti non è mai stata vista come un male da estirpare e tanti reggenti, uomini di potere, lo sono stati senza che venissero arsi vivi perchè diversi.

Parigi, anni ’20 e ’30

Nella foto una coppia di donne nel celebre Monocle, uno dei primi ritrovi per lesbiche nella capitale francese. Il locale fu aperto da Lulu de Montparnasse in un periodo in cui Parigi poteva essere considerata una delle città più tolleranti d’Europa e più attrattive dal punto di vista della vita notturna. Il nome Monocle derivava dall’abitudine di molte donne che lo frequentavano di indossare un monocolo e un garofano bianco all’occhiello come segno distintivo della propria identità sessuale.

Qui prese il via la moda “garçonne”, caratterizzata agli esordi da smoking e capelli taglio bob.

Anche se inizialmente riservato a una clientela femminile negli anni il Monocle permise la perfetta coesistenza di tutti gli omosessuali, diventando un locale unico nel suo genere nel panorama mondiale.

Il Monocle visse un lungo periodo aureo che si interruppe con l’occupazione nazista della Francia, la persecuzione degli omosessuali e la chiusura di tutti i locali che li ospitavano.

Riaprirà nel dopoguerra ma senza lo stesso successo.

Non dimenticare di iscriverti a RETE GAY e iniziare a conoscere nuove persone e fare nuove amicizie !!!

Random Posts

  • E alla fine anche Wonder Woman…..
  • L’80% della comunità LGBT ha conosciuto i partner sui social
  • (Letteratura erotica) Volare con Gia SULLE ALI D’UNA fervida fantasia
  • Ordine degli psicologi: Il problema non è l’omosessualità ma l’omofobia.

    «La maggior parte degli psicologi ha studiato su manuali in cui l’omosessualità non era trattata, oppure era considerata una patologia […]

    3 thoughts on “Il Monocle: Il primo locale europeo Gay Friendly negli anni 20 e 30

    1. anche se una spiccata tradizione omofila non risulta nelle tradizioni della mia terra, la prudenza del non garantire contatti a ragazzi di sesso opposto prima del matrimonio, ha portato praticamente tutte le classi sociali a fare abitualmente feste sia private che pubbliche con balli maschio+maschio o femmina+femmina…
      in conseguenza di cio, in alcuni casi, una frequentazione gaya pre-matrimoniale viene tollerata anche nelle comunita piu tradizionaliste…

      0
    2. non per fare polemiche AHAHAHAHAH ma il DONT ASK DONT TELL lo hanno inventato in America AHAHAHAHAH

      La omosessualita femminile la troviamo per prima in una piccola isola del mediterraneo chiamata lesbo… ed era pubblica e sacra!

      Quella maschile la troviamo sia in ambito giudaico [yehonathan e david] che ellenistico [alessandro ed efestione]… in entrambi i casi se ne parla in testi anagrafico-storici ufficiali…

      Un certo perbenismo cattolico ha costretto a nascondere cose che nella parte piu atavica della nostra storia sono assolutamente frutto di naturale disinvoltura sessual-culturale… ma questo perbenismo ha per secoli stroncato anche i legami etero, se extra-matrimoniali… quindi non vedrei la cosa come un problema di genere o di orientamento

      0

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    *
    *

    WordPress spam blocked by CleanTalk.