Perchè i social LGBTIQ sono così pochi?

Di social LGBTIQ non ce ne sono così tanti come invece accade gli etero. A cosa è dovuta questa situazione? Poca voglia di conoscere? Si preferisce l’incontro diretto o si ha paura di altro?

I motivi per cui un/a omosessuale non ami così tanto i social sono fondamentalmente da ricercare in :
  1. I siti internet sono totalmente asettici, privi di anima e non danno quell’emozione che solo un’iniziale e accennato gioco di sguardi può avere. il mondo LGBTIQ è più sensibile (e non è certo ReteGay a dirlo) al dettaglio che alla finalità di un’azione.
  2. Gli attuali siti web di incontri per il nostro mondo sono quasi tutti ONLY SEX oriented o nelle migliori delle ipotesi sono organizzati come degli Speed-Date. Viene quasi totalmente eliminata la possibilità di esprimersi e raccontarsi, un pò come in Facebook ma senza il rischio di trovarsi i soliti 4 idioti che insultano e discriminano.
  3. Ci sono pochi investimenti (Tinder ha investito in pubblicità e sviluppo nel 2016 quasi 11 milioni di dollari) da parte dei privati perchè i grandi marchi non se la sentono di apparire nelle pubblicità di siti LGBTIQ, perchè corrono il rischio di perdere clienti “omofobi”. Questo comporta un flusso di denaro decisamente meno corposo.
  4. Tutti i social per sole Lelle non hanno un bacino di utenze sufficienti, questo perchè per le donne c’è bisogno di un coinvolgimento maggiore rispetto agli uomini e i social attuali difficilmente riescono a dare un connotato di contatto amichevole e vaddo quasi sempre dritti al punto.
  5. La paura di essere tracciati e che si sappia in giro che si è omosessuali e si è iscritti a un sito del genere è spesso la paura più grande (Retegay.it permette l’iscrizione anonima senza che sia necessario un vero nome e cognome). Furti di account e ricatti su internet oramai sono all’ordine del giorno.

Non dimenticare di iscriverti a RETE GAY e iniziare a conoscere nuove persone e fare nuove amicizie !!!

Random Posts