Chi è Online

Al momento non ci sono utenti online

Membri attivi di recente

Foto del profilo di Paolo salleri
Foto del profilo di Rete Gay Admin
Foto del profilo di Mex
Foto del profilo di Carmen
Foto del profilo di Spartakos50
Foto del profilo di Alex
Foto del profilo di Dancer
Foto del profilo di fetishorny88

Stretti tra mezzi di comunicazione e pseudo giornalisti di tutto il mondo che non vedono l’ora che ci sia qualche disastro (terremoti, pandemie, alluvioni, crisi economiche) per dare la colpa agli omosessuali (in particolare l’omosessualità maschile, perchè non si rinuncia facilmente alla masturbazione del genere porno Lesbo), mi sono chiesto se veramente essere omosessuali abbia senso.

Ma siamo sicuri di essere Froci, Lesbiche, Travestiti etc ?

Dire “mi piace il caxxo” o “adoro la patata” perchè deve avere valenza diversa se lo dice un uomo o una donna etero, rispetto a chi invece ama lo stesso sesso? E ancora di più, perchè tutti discriminano, come dobbiamo idealmente collocare i/le bisex che hanno la “fortuna” di poter dire “chi c’è c’è… w l’amore, w il sesso”

Perchè una mia amica (molto bella) deve costantemente ripetere “sono lesbica, mi dispiace, non lo voglio il tuo numero”? Oppure un uomo debba rispondere a una donna che si approccia con un “mi dispiace, ma preferisco gli uomini”? Non si potrebbe dire semplicemente “Scusa non mi piaci” ?

Ho notato spesso discorsi in cui qualche ragazza racconta di essere stata anche con degli uomini e viene subito guardata male, come quando sento raccontare di qualcuno che ogni tanto si rivede ancora con la ex, fanno sesso, ma poi corregge subito il tiro dicendo “Si ma non è la stessa cosa che provo con un uomo”.

Tutti abbiamo paura della diversità, non solo gli eterosessuali

L’unica differenza la fa come si viene rappresentati. Non se ne esce facilmente con una sola generazione da secoli di discriminazione. Pensiamo agli uomini di colore. Fino a 30 anni fa erano ancora rappresentati in Televisione come camerieri, stupidi, strambi, resistenti a qualsiasi forma di educazione civile e sociale. E ancora oggi la stragrande maggioranza delle persone li vede ancora così.

Vogliamo parlare dei filippini che per noi sono e saranno sempre i camerieri, anche se oggi hanno aziende che fanno fatturati da farci impallidire? E per gli Albanesi? e così via. Tutti siamo colpevoli di categorizzare (e quindi discriminare qualcuno).

Ma allora perchè non la facciamo più semplice?

Cancelliamo qualsiasi categoria e limitiamoci a chiamarci essere umani. Se un uomo si avvicina a una donna e lei le dice di no, che sia lesbica o che invece lo trovi un cesso a pedali, cosa cambia? In fondo è un no a prescindere. Sapere che è Lesbica serve solo a mantenere intatto il suo ego per potersi dire “eh.. se non lo fosse stata, mi avrebbe trovato irresistibile”. Eh no… togliamo agli etero questa soddisfazione.

Smettiamola di definirci diversi per poi lamentarci di essere trattati da diversi.

0

ReteGay.it è un sito nato nel 2012 riservato a tutta la comunità LGBTIQ e a tutti coloro che conoscono le regole della tolleranza e del rispetto reciproco.

La registrazione è anonima e TOTALMENTE GRATUITA e non ci esistono limitazioni o sezioni a pagamento.

Puoi cancellare i tuoi dati e il tuo account in ogni momento

Cosa stai ancora aspettando per Iscriverti??